Perché la Dermatite Seborroica peggiora nei mesi freddi?

dermatite seborroica e invernoLe persone affette da Dermatite Seborroica sono consapevoli del fatto che, dopo una pausa estiva in cui il disturbo conosce una fase di miglioramento, con l’arrivo dell’autunno e, in seguito, dell’inverno la malattia torna a manifestarsi. Ma a cosa si deve questo peggioramento?

Le cause sono molteplici e concatenate. Nei mesi freddi, la pelle, già messa a dura prova dalla presenza della Dermatite, subisce forti situazioni di stress determinate dai continui sbalzi di temperatura, che si hanno tra ambienti esterni e interni. Nei luoghi chiusi, come uffici, case e mezzi di trasporto, inoltre, i riscaldamenti e la bassa umidità favoriscono l’irritazione e la disidratazione della cute.

Particolarmente incisivo nell’aggravarsi del disturbo è anche il ruolo dello smog che, per chi vive nelle aree metropolitane, costituisce uno dei nemici peggiori per la pelle, provocando arrossamenti, infiammazioni e accelerando lo stesso processo d’invecchiamento. Non è un caso il fatto che sia stato coniato il termine “faccia da smog“, per evidenziare l’azione negativa che le polvere sottili esercitano nei confronti della salute cutanea.

Oltre a questi agenti, nel peggioramento della Dermatite Seborroica, incide infine il contatto diretto della pelle con gli indumenti di lana.

Nella stagione fredda, quindi, diventa più che mai importante curare adeguatamente la pelle colpita da Dermatite Seborroica, seguendo i trattamenti prescritti dal proprio Dermatologo e tutti gli accorgimenti quotidiani utili per contrastare e limitare il disturbo.

Articoli simili che potrebbero interessarti