Dermatite seborroica del cuoio capelluto VS forfora grassa

Annuncio Pubblicitario

dermatite seborroica del cuoio capellutoEssendo una delle aree del corpo più ricche di ghiandole sebacee, il cuoio capelluto risulta anche tra le zone maggiormente colpite da dermatite seborroica. La presenza di questa malattia infiammatoria sul cuoio capelluto viene, però, spesso confusa con la forfora grassa. In entrambi i casi, infatti, si può riscontrare la presenza di piccole lesioni untuose e squamose.

Cosa distingue, allora, la dermatite seborroica dalla forfora grassa? Quando il cuoio capelluto è colpito da forfora grassa non vengono riscontrate tracce di infiammazione. Uno dei sintomi che indica la presenza di dermatite seborroica è invece la comparsa dell’infiammazione, scatenata da un’elevata componente micotica.

Come curare la dermatite seborroica del cuoio capelluto

Prima di intraprendere qualsiasi cura è di fondamentale importanza sottoporsi a una visita presso uno specialista dermatologo, che potrà anche effettuare un test del capello o un esame del cuoio capelluto, in modo da identificare il trattamento più efficace.

Dopo aver accertato la presenza di dermatite seborroica, sul fronte delle sostanze farmacologiche, si potrà intervenire con cure specifiche a base di Ketoconazolo e di solfuro di selenio, dall’azione fungicida, o di corticosteroidi, dalle proprietà antinfiammatorie. Se si opta per un rimedio naturale, di grande efficacia risulta invece l’Alukina, composto costituito da allume di potassio, Acido 18 betaglicirretico – ricavato dalla liquirizia – e Vitamina A.

La particolare composizione consente di avere risultati molto rapidi, con la scomparsa di arrossamento, prurito e desquamazione nel giro di pochi giorni dall’inizio del trattamento. Per la cura specifica della dermatite del cuoio capelluto, l’Alukina è disponibile sia come shampoo sia come lozione.

Articoli simili che potrebbero interessarti

Annuncio Pubblicitario