Alopecia seborroica: sintomi e cura

Alopecia seborroicaCapelli che cadono soprattutto sulla regione frontale e sul vertice del capo, interessando in prevalenza uomini di giovane età, con un esordio precoce tra i venti e i trent’anni. Si tratta dell’alopecia seborroica, una patologia del cuoio capelluto che provoca un diradamento progressivo della chioma e che, come il nome stesso evidenzia, ha come fattore scatenante primario un’ipersecrezione di sebo.

In condizioni normali, il sebo svolge un’importante funzione di lubrificazione e di idratazione della pelle, contribuendo a renderla morbida. Questa sostanza rientra anche nella composizione del film idrolipidico, la naturale barriera che protegge la cute dall’azione negativa degli agenti esterni come freddo, umidità e polveri sottili. Tuttavia, in caso di sovrapproduzione, il sebo può dar luogo a diverse problematiche per la salute cutanea, tra cui per l’appunto l’alopecia seborroica ma anche la seborrea o la diffusa dermatite seborroica.

I sintomi dell’alopecia seborroica

Oltre alla caduta e al diradamento dei capelli, la sintomatologia generalmente associata all’ alopecia seborroica include:

  • sensazione di fastidio al cuoio capelluto;
  • infiammazione cutanea;
  • forfora grassa;
  • desquamazione;
  • prurito.

Come curare l’alopecia seborroica

La manifestazione dell’ alopecia seborroica in giovane età permette di intervenire con tempestività evitando l’aggravarsi del disturbo, con tutte le conseguenze estetiche del caso. In presenza di campanelli di allarme come diradamento della capigliatura o caduta eccessiva di capelli è fondamentale sottoporsi a una visita tricologica.

La tricologia è quella branca della dermatologia che studia l’anatomia, la fisiologia e la patologia dei capelli e dei peli. Esami dermoscopici non invasivi e indolori come il tricogramma consentono di valutare lo stato di salute dei capelli, scoprendo le cause del diradamento e della loro caduta.

Una volta accertata la presenza di alopecia seborroica, il trattamento può variare da soggetto a soggetto, anche in funzione della progressione dell’alopecia. Se il problema è associato alla dermatite seborroica, la cura può prevedere l’utilizzo di prodotti ad uso topico.

Lo specialista può anche suggerire l’uso di shampoo appositamente studiati per contrastare fenomeni di iperproduzione sebacea. Occorre, infatti, prestare particolare attenzione nella scelta del prodotto abitualmente usato per lavare i capelli. L’uso di shampoo aggressivi e troppo schiumogeni, invece di ridurre il sebo, rischia di potenziarne la produzione.

Rinvigorire i capelli

Quando il diradamento della chioma è severo, l’approccio terapeutico può prevedere anche il ricorso a tecniche di rinvigorimento e di ricrescita, come il metodo PRP (Plasma ricco di piastrine), trattamento che prevede l’iniezione superficiale nel cuoio capelluto di un concentrato di fattori di crescita ricavati dal plasma sanguigno del paziente stesso.

Articoli simili che potrebbero interessarti